Son semi-trafelato – di Maurizio Puppo (Il babau n. 9)

Speranza


Per Aldo Palazzeschi

                                                 Guido Gustavo Gozzano

                                                Alessandro Manzoni

                                                Carlo M. Marenco

 

 

Son tutto indaffarato!

Non medito il passato:

riporto il seno corto

o scarico il mulino,

di cipria semi-ardente

il viso m’infarino;

sgambetto la porcella,

rilascio la gamella,

nel mentre tu piastrelli

nel secchio i due gemelli.

Mi manca giusto il tempo

di accorgere l’artista,

ahimè sì troppo vispa

la vita che viviamo…

Me lasso dico al passo,

e replica piccato:

peposo suo cognato!,

un cane bastonato –

compresso, fino all’unghie.

Accorro in mio soccorso,

son semi-trafelato;

gettando remi al mostro

riscatto il mio passato.

Vi bacio i bulbi abbienti,

ricanto i tempi eterni,

il pane è già assaltato:

 

son tutto indaffarato!

mazoni portalettere

Annunci

Un pensiero su “Son semi-trafelato – di Maurizio Puppo (Il babau n. 9)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...